Bergamo Film Meeting 2021: presentazione

0
Awesome

Tornare ad esserci…

Bergamo è stata una delle città più colpite da un’ondata pandemica che non ha risparmiato niente e nessuno. L’incubo però non è finito. Davanti agli occhi e nella mente sono ancora impresse (e lo rimaranno per sempre) le immagini della colonna di camion militari, con a bordo le bare delle centinaia di vittime, mentre sfilano nel silenzio assordante della notte. Da quel giorno tanti altri ne trascorreranno, con il numero di decessi destinato drammaticamente a salire. Ora Bergamo e l’Italia intera stanno provando lentamente a rialzarsi, con la speranza che più prima che poi la vita possa tornare a scorrere come un tempo, quando si poteva entrare liberamente in una sala cinematografica per condividere un film o seguire gli eventi di un festival. Adesso che l’uscita dal tunnel sembra più vicina, la possibilità che le manifestazioni in presenza possano riprendere si fa concreta. La data fissata per le riaperture del 26 aprile di cinema e teatri al momento è solo un segnale di una ripartenza, perché prima che le manifestazioni e le kermesse tornino a svolgersi on site ci vorranno ancora diverse settimane.
Nel frattempo alcuni festival hanno deciso di continuare a puntare sullo streaming pur di offrire al pubblico la propria programmazione. È il caso del Bergamo Film Meeting che, dopo lo stop imposto dall’emergenza sanitaria che ha portato alla dolorosa decisione da parte degli organizzatori di cancellare l’appuntamento annuale, torna con una 39esima edizione virtuale che non ha niente da invidiare a quelle precedenti. Al contrario la line-up è stata ulteriormente arricchita con l’aggiunta di altri e sostanziosi percorsi di ricognizione nel cinema di ieri e di oggi, recuperando anche qualcosa dalle proposte mancate dello scorso anno, come gli omaggi a Márta Mészáros e Jerzy Skolimowski.
Sul versante architettonico, il festival mantiene intatta la sua formula, con le tradizionali vetrine competitive e non che andranno in scena dal 24 aprile al 2 maggio sulla piattaforma di MyMovies. Il tutto anticipato da una pre-apertura il 23, alle ore 20.30, che prevede l’anteprima mondiale di Brucia. Ancora. Paolo Fresu, Elio Biffi, Paolo Spaccamonti, Gerardo Chimini play Il fuoco di Giovanni Pastrone, trasmesso gratuitamente sui canali sociale della kermesse lombarda. Per il resto il cartellone proporrà 7 lungometraggi in anteprima italiana nella Mostra Concorso; 16 documentari nel concorso Visti da Vicino; la ricognizione nel cinema europeo contemporaneo attraverso la sezione Europe, Now!, con le personali di Mia Hansen-Løve (Francia) e João Nicolau (Portogallo), che sarà arricchita da una selezione dei film di diploma delle scuole di cinema europee che aderiscono al CILECT, e dalle due giornate professionali (26 e 27 aprile) Europe, Now! Film Industry Meetings; la retrospettiva dedicata a Volker Schlöndorff, regista, sceneggiatore, produttore e attore, figura tra le più significative del cinema tedesco del dopoguerra; la personale completa della talentuosa animatrice polacca Izabela Plucińska; Incontri: cinema e arte contemporanea, lo spazio dedicato alle contaminazioni tra cinema e arte contemporanea; il Kino Club, sezione per i giovani spettatori; insieme agli eventi speciali e ad un vivace contorno di appuntamenti realizzati grazie al network di collaborazioni con le diverse realtà culturali del territorio e non solo.

Francesco Del Grosso

Riepilogo recensioni per sezione della 39esima edizione del Bergamo Film Meeting

Mostra Concorso

Full Moon di Nermin Hamzagic

Une vie démente di Raphaël Balboni e Ann Sirot

Spirál di Cecília Felméri

Adventures of a Mathematician di Thor Klein

Raftis di Sonia Liza Kenterman

Ghost Tropic di Bas Devos

Rivale di Marcus Lenz

Visti da Vicino

My Father, The Spy di Gints Grube e Jaak Kilmi

La giornata di Pippo Mezzapesa

The Sound Is Innocent di Johana Ožvold

Olliver Hawk di Arthur Franck

Pollywood di Pawel Ferdek

Show Dancer di Laurits Flensted-Jensen

Albert, berger di Philippe Van Cutsem

They Thought They Saw a Ghost di Paolo Patelli, Giulio Squillaciotti, Giuditta Vendrame

The Last Autumn (Síðasta Haustið) di Yrsa Roca Fannberg

All that I am di Tone Grøttjord-Glenne

My Piece of the Earth di Maka Gogaladze

Carnival Pilgrims di Mika Mattila

Solo di Artemio Benki

Europe, Now!

Retrospettiva Mia Hansen-Løve

L’avenir

Eden

Retrospettiva João Nicolau

John From

Anteprime, classici, eventi speciali

Cassandro el exotico! di Marie Losier

Star Stuff di Milad Tangshir

Omaggio a Márta Mészáros

Don’t Cry, Pretty Girls!

Omaggio a Jerzy Skolimowski

11 Minutes

Mani in alto!

Walkover

Retrospettiva Volker Schlöndorff

Return to Montauk

Strajk – Die Heldin von Danzig

Kino Club

À Voix Haute di Stéphane De Freitas e Ladj Ly

Leave A Reply

13 + 16 =