ÉCU – The European Independent Film Festival 2020: presentazione

0

Il Cinema Indie non si ferma

Nemmeno la terribile pandemia che sta bloccando le attività dell’intero globo, oltre purtroppo a causare migliaia di vittime, è però riuscita a fermare la quindicesima edizione di una delle kermesse di cinema indipendente più rinomate d’Europa. L’ÉCU – The European Independent Film Festival, in ottemperanza alle norme dettate dall’emergenza sanitaria contingente, si terrà infatti in modalità streaming in luogo della consueta sede parigina, potendo quindi essere seguito da casa per venire incontro alla fame di cinema di ogni vero appassionato. Ben ottantasette opere – tra lungometraggi, cortometraggi, documentari, opere d’animazione e qualsiasi altro formato cinematografico – si presenteranno al giudizio dei fruitori, rappresentando l’essenza più pura della Settima Arte, quella totalmente libera da vincoli commerciali. Autori perlopiù giovani ma anche più esperti alterneranno la visione dei loro lavori non sul tradizionale ed auspicato grande schermo ma su quelli ridotti di casa, offrendo in tal modo però maggiori possibilità di riflessione sulle rispettive opere. Un lato positivo che non è assolutamente il caso di sottovalutare. Per l’ÉCU – The European Independent Film Festival sarà un’altra opportunità di saggiare, nel rapporto tra opere e spettatore, il profondo radicamento che ormai lo lega al proprio pubblico di riferimento, con la concreta speranza di allargare il proprio bacino di ammiratori.
Cosi, Dal 23 al 26 aprile ÉCU 2020 sarà disponibile in streaming attraverso una sala di proiezione privata su Vimeo. Il festival includerà proiezioni di film, domande e risposte dei vari registi, oltre a un discorso di apertura da parte del Presidente Scott Hillier e una cerimonia di chiusura al termine della serata di premiazione. Da segnalare inoltre come durante il festival l’audience potrà diventare giudice cinematografico. Infatti, una delle categorie dei premi sarà appunto determinata dal pubblico esterno, che potrà votare il proprio film preferito tramite un poll che il servizio in streaming fornirà all’inizio del festival.
A questo link il programma completo della quindicesima edizione dell’ÉCU – The European Independent Film Festival: https://www.ecufilmfestival.com/ecu-programme-2020/

Ed ecco le possibilità di acquisto dei vari ticket per assistere alle opere del Festival:
• Weekend pass prezzo pieno: 10 €. Questo pass conferisce l’accesso al weekend intero del festival a chiunque sia interessato a partecipare. I biglietti sono disponibili all’acquisto tramite il sito eventbrite (https://www.eventbrite.com/e/ecu-the-european-independent-film-festival-tickets-102068874752?aff=affiliate1). L’acquisto del biglietto assegnerà al visitatore un codice di accesso valido per il giorno dell’acquisto. All’inizio di ogni giornata del festival verrà generato un nuovo codice di accesso che sarà comunicato via e-mail a chiunque abbia comprato il pass (perciò è importante lasciare un email che viene controllata regolarmente)
Anche su Eventbrite è possibile acquistare la Weekend pass a prezzo scontato per i nostri lettori: 5€. Il codice in questo casè è CINECLANDESTINO_50
o Studenti: accessibile tramite il codice: STUDENT_50
o Comunità dei nostri partners: accessibile tramite un codice personalizzato. Per i lettori di Cineclandestino, è quindi possibile l’acquisto attraverso un’altra piattaforma, denominata Filmfreeway. Verrà creato il codice CINECLANDESTINO. In questo caso si dovrà solamente comunicare al sito l’apposito codice, che dovranno inserire al momento dell’acquisto su eventbrite (https://filmfreeway.com/ECUTheEuropeanIndependentFilmFestival/tickets), cliccando su “insert promo code”.
Il weekend pass scontato funziona esattamente come il weekend pass a prezzo intero (nuovo codice per ogni giorno inviato all’email personale).

A questo punto non resta che augurare a tutti i lettori una buona fruizione della quindicesima edizione di ÉCU – The European Independent Film Festival da seguire sulle nostre pagine virtuali; nonché una felice partecipazione a tutti coloro che sceglieranno di essere coinvolti in prima persona nella visione di opere capaci di nuovi sguardi su un mondo in perenne cambiamento.

La redazione

Riepilogo recensioni dalla quindicesima edizione dell’ÉCU – The European Independent Film Festival

Koekoek! di Jörgen Scholtens  (cortometraggio – EU Comedy)

Bathhouse Drummer di Treey Liu (cortometraggio – Student Film)

A Jar of Nuts di Savvas Stavrou (cortometraggio – EU Comedy)

No, I Don’t Want to Dance di Andrea Vinciguerra (cortometraggio – EU Animation)

Doppio sei di Pierluigi Braca e Luigi Montebello (cortometraggio – EU Short)

Between a Rock and a Hard Place di Mads Koudal (cortometraggio – EU Short)

La gita di Salvatore Allocca (cortometraggio – EU Short)

Bear With Me di Daphna Awandish (cortometraggio – Student Film)

The Chef di Hao Zheng (cortometraggio – Non European Dramatic Short)

The Sound of a Wild Snail Eating di Elisabeth Tova Bailey (cortometraggio – Non European Dramatic Short)

La regina si addormenta dove vuole di Lorenzo Tiberia (cortometraggio – EU Short)

Leave A Reply

tredici − undici =