Alessandro Haber

Archivio in sala
7.0
0

Pupi Avati torna al racconto gotico, con esiti meno brillanti rispetto ai suoi capolavori ma sempre con una notevole lucidità di contenuti.

Archivio in sala
5.5
0

Da Giovanni Veronesi una trasposizione del celebre testo di Alexandre Dumas con qualche libertà di troppo e una sceneggiatura fragile.

Archivio in sala
4.0
0

Dal regista Filippo Bologna – già sceneggiatore di “Perfetti sconosciuti” – un film derivativo privo di alcuno spunto di originalità.

Archivio in sala
2.0
0

Il regista Berardo Carboni tenta di intavolare un discorso sociale sul mondo di oggi, ma l’assurdità dello script prende il sopravvento.