Home Festival Altri festival Sognielettrici – Festival dell’immaginario fantastico e di fantascienza 2022: presentazione

Sognielettrici – Festival dell’immaginario fantastico e di fantascienza 2022: presentazione

93
0

Riprendiamoci il futuro!

Da martedì 11 a sabato 15 ottobre in Sala dei 146 e nell’Auditorium della IULM di Milano si terrà Sognielettrici, festival dell’immaginario fantastico e di fantascienza. Cinque giorni di eventi e proiezioni a ingresso gratuito e aperti a tutta la cittadinanza dal tema: “Riprendiamoci il futuro!”. Sognielettrici è un festival di cinema, con proiezioni di film e cortometraggi in anteprima, accompagnati da incontri, tavole rotonde e un convegno internazionale sulla speculative fiction dal titolo “Between fiction and society. Imagination and world building in the aftermath of a global pandemic”. Un appuntamento culturale e di ricerca sull’immaginario fantastico e di fantascienza con l’obiettivo di indagare il concetto di immaginazione, non come sfogo escapista o di puro intrattenimento, ma come strumento per analizzare la realtà che viviamo da prospettive inedite. Sognielettrici parte dal cinema per abbracciare letteratura, fumetti, videogiochi, televisione e aprirsi a contaminazioni con nuovi media, filosofia, scienza, tecnologia.

Cuore pulsante della neonata kermesse milanese diretta da Stefano Locati è ovviamente il cinema sulla lunga e breve distanza. Le due sezioni competitive proporranno una selezione di film prodotti nell’ultimo anno, provenienti da tutto il mondo, presentati in lingua originale con sottotitoli in italiano, che saranno premiati da due giurie. La giuria del Concorso Lungometraggi è presieduta dall’autrice di thriller e fumetti Barbara Baraldi, composta dal giornalista, scrittore e fumettista Andrea Guglielmino e dall’autore di fumetti Luigi Mignacco e assegnerà quattro Premi Ciciarampa: Miglior film, Migliore Regia, Migliori Effetti Speciali e Film più originale. La prima categoria propone un’ampia panoramica sulla produzione fantasy e sci-fi internazionale. Fiore all’occhiello della selezione, l’anteprima italiana dell’atteso Shin Ultraman il nuovo film con protagonista l’icona della fantascienza giapponese. La proiezione sarà anche l’occasione per un Extra: la presentazione di quattro episodi della serie tv originale in versione remastered 4K, scelti personalmente da Hideaki Anno, l’autore di Evangelion Neon Genesis. Tra incubi dark e fiabe spiazzanti, il Concorso si muove verso tutti i confini dell’immaginazione. Dalla nascente animazione colombiana (The Other Shape) alla fantascienza egiziana (Mousa) passando per la magia franco britannica (She Will, già miglior opera prima al Festival di Locarno), l’intelligenza artificiale tedesca (The House), la distopia sudafricana (Glasshouse) e l’horror argentino (Virus: 32, dello specialista Gustavo Hernández). Non manca il cinema statunitense, rappresentato da un bizzarro mix tra fiction, animazione e graphic novel (Agatha, la cui lavorazione è durata un decennio), accompagnato dal realismo magico cileno scoperto dal Sundance Film Festival (The Cow Who Sang a Song Into the Future) e dal nuovo film del lituano Kristijonas Vildziunas, un tempo membro del gruppo rock Šiaurės Kryptis (Songs for a Fox).

Anche i 19 titoli del Concorso Cortometraggi uniscono temi e provenienze, con una consistente presenza di animazione e una numerosa e sorprendente rappresentanza africana. Tra i registi infatti troviamo Kelvin Osso dal Kenia (Knock), Nuhash Humayun dal Bangladesh (Moshari) e il collettivo The Critics Company dalla Nigeria (Tomorrow’s War), che sarà protagonista della tavola rotonda I mille volti della fantascienza africana in video collegamento. A completare la line up dei corti si aggiungono altri nuovi talenti provenienti dal tutto il mondo, oltre agli italiani Riccardo Zacché e Alessandro De Carli (Augenblick) e Niccolò Gentili (Calamour). La giuria del Concorso Cortometraggi che assegnerà due Premi Ciciarampa al Miglior Corto e al Corto più originale ed è presieduta dalla giornalista e critica Alice Cucchetti e composta dagli studenti di cinema dell’Università Iulm Alessandra Borgonovo, Gaetano Di Gaetano, Francesca Pia Esposito, Lucrezia Gemmo, Francesco Mastroleo e Gregorio Mattiocco.

Spazio anche alla grande fantascienza del passato con la Retrospettiva dedicata a Jack Arnold. Nel 30° anno dalla sua scomparsa si celebrerà uno dei grandi maestri della Fantascienza classica, che sapeva unire intrattenimento, effetti speciali, riflessione sulle paure del suo tempo e una costruzione umana del fantastico ancora capace di parlare alle nuove generazioni. Saranno proposti 4 titoli emblematici come i capolavori senza tempo Radiazioni Bx: Distruzione uomo e Il mostro della laguna nera, il primo film con alieni non belligeranti Destinazione Terra e il divertissement Tarantola.

Francesco Del Grosso

Riepilogo recensioni dalla prima edizione di Sognielettrici

Concorso Lungometraggi

The House di Rick Ostermann

Mousa di Peter Mimi

Songs for a Fox di Kristijonas Vildziunas

Virus: 32 di Gustavo Hernández

Shin Ultraman di Shinji Higuchi

Retrospettiva Jack Arnold

Radiazioni B X Distruzione Uomo

Articolo precedenteBiopic Fest 2022: i premi
Articolo successivoChasing the Line

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

sette − 2 =