Saturnia Film Festival 2019: terza tappa

0

Diario di bordo #3: Rocchette Di Fazio

Siamo al giro di boa per la seconda edizione del Saturnia Film Festival, che per la sua terza tappa a spasso nella Maremma approda in quel di Rocchette Di Fazio, comune di Semproniano. Un piccolo e incantevole borgo medievale che nella serata del 2 agosto ospiterà un’arena sotto le stelle e uno schermo sul quale scorreranno le immagini di cinque cortometraggi in concorso e di uno fuori concorso.

Per il primo anno Rocchette Di Fazio presta i suoi vicoli e le sue piazze alla manifestazione ideata da Antonella Santarelli e diretta da Alessandro Grande, al quale toccherà il compito di dare il via alla programmazione con la proiezione del suo pluri-premiato Bismillah, il romanzo di formazione sul tema dell’integrazione che gli è valso il David di Donatello 2018 e un’infinità di altri prestigiosi riconoscimenti nel circuito festivaliero internazionale. Seguirà poi in rapida successione una cinquina di opere selezionate nelle quattro categorie competitive, a cominciare dal candidato all’Oscar 2019 Fauve del canadese Jeremy Comte, dramma adolescenziale dal forte impatto emotivo che racconta di un gioco che da tale si tramuta in una tragica lotta contro il tempo per la sopravvivenza. Sempre nella sezione “Fiction Internazionale”, ma stavolta dal Venezuela arriva invece Lucy di Roberto Gutiérrez, un visionario e claustrofobico thriller da camera dalla confezione impeccabile tanto nella fotografia quanto nel montaggio e nel lavoro sul suono.

Il palinsesto odierno ci riporta nel Vecchio Continente, per la precisione nel Belpaese che avrà come rappresentanti Bautismo e Mon amour, mon ami, rispettivamente in corsa nelle sezioni “Fiction Italia” e “Documentari”. Nel primo Mauro Vecchi firma un crudo e realistico coming of age ambientato nel mondo del baby gang sudamericane che ha il sapore del rito di iniziazione; mentre nel secondo Adriano Valerio racconta la storia di una relazione sentimentale che prova a sfidare le convenzioni e la morale a buon mercato. Last but not least, direttamente dalla Cina approda sugli schermi maremmani l’animazione tridimensionale dell’adrenalinico e coinvolgente space opera in salsa action Tacit Blue del giovanissimo Wenkai Duan.

Il tutto preceduto da un interessantissimo prologo pre-serale in scena dalle ore 19, dove la cultura incontrerà l’arte enogastronomica con una degustazione di vini e prodotti tipici locali per le vie del Borgo Storico, accompagnata dalla mostra fotografica “Gente di Maremma” di Diego Ponzuoli. Insomma, un programma giornaliero adatto a tutti i palati, sia cinematografici che culinari. Non ci resta che darvi appuntamento a domani, quando la carovana della kermesse toscana si sposterà ad una manciata di km di distanza a Montemerano per la penultima tappa.

Francesco Del Grosso

Leave A Reply

due × 4 =