Cortinametraggio 2019: diario di bordo #1

0

1^ giornata

Pronti, partenza e via! Il conto alla rovescia è finalmente finito e con esso l’attesa. Il calendario segna il 18 marzo e alle ore 17, presso l’incantevole cornice del Grand Hotel Savoia, la padrona di casa nonché direttrice artistica e fondatrice, Maddalena Mayneri, taglierà ufficialmente il nastro della 14esima edizione di Cortinametraggio. La prestigiosa kermesse dedicata alla cinematografia breve e non solo aprirà oggi il sipario per poi chiuderlo il 23 marzo con la cerimonia di premiazione all’Alexander Girardi Hall dopo una settimana particolarmente ricca di eventi, proiezioni e ospiti. Il tutto all’ombra delle Dolomiti, capaci di donare ai talents, agli addetti ai lavori e al pubblico degli scenari mozzafiato da godersi tra una pausa e l’altra del festival.
Ma riavvolgiamo il nastro per ritornare al palinsesto della giornata inaugurale, che dopo l’apertura si sposterà alle 19 nella consueta e ormai tradizionale cornice del Cinema Eden per dare il via alle proiezioni dei primi quattro cortometraggi in gara e di alcuni eventi fuori concorso, tra cui il lungometraggio d’esordio di Alessandro Capitani, In viaggio con Adele. Ad accompagnare il film, un road movie carico di piccole disavventure e scoperte che vede protagoniste due anime che scopriranno inaspettatamente di essere padre e figlia, il regista toscano, che torna in quel Cortina D’Ampezzo dopo i riconoscimenti raccolti nel palmares dell’11esima edizione con Bellissima, già vincitore del David di Donatello di categoria.
Alla pellicola di Capitani l’onore di concludere la prima giornata della manifestazione veneta, ma solo dopo avere gustato le altre gustose portate del menù che l’hanno preceduta. In rapida successione, dalle ore 19, il pubblico potrà assistere tra gli altri alle proiezioni di Condominium, lo lo Sci-Fi sui generis di Giovanni Battista Origo (vincitore nella scorsa edizione del Premiere Film Award con Gong!), della commedia degli equivoci Cena per due di Niccolò Valentino, della parabola sulla maternità e sulla vita di Natalino Zangaro dal titolo Piano terra e dell’odissea dal retrogusto dantesco di e con Ilaria di Carlo, The Divine Way.
Dal poker in concorso si passa poi agli eventi speciali che vanno a completare il cartellone, diversi per formato, genere e stile, ma tutti accomunati dall’essere stati pensati e realizzati per la breve distanza: dagli spot (“Feels the mountains” di Alessandra Cardone e “Elezioni Natale 2018” di Santa De Santis e Alessandro D’Ambrosi, rispettivamente per i marchi Dolomia e Tartufone Motta) al suggestivo dramma scatologico Nightcall di Liliana Fiorelli, passando per simbolico Comealberi di Roberto Bristot, che racconta in modo personale ed emozionale gli effetti dell’alluvione di fine ottobre in provincia di Belluno.
Tra gli ospiti in sala confermata la presenza di grandi nomi come Barbara Bouchet, Anna Ferzetti, Stefano Fresi, Simona Izzo, Paola Minaccioni e Ricky Tognazzi. Un parterre de rois di tutto rispetto, al quale si vanno ad aggiungere interpreti e autori dei cortometraggi in gara e non.

Francesco Del Grosso

Leave A Reply

17 − tre =