Time Is On Our Side

0
8.0 Awesome
  • VOTO 8

La potenza politica del Rap

In concorso alla V edizione del SoundScreen di Ravenna, vincitore del premio per il miglior contributo musicale, Time Is On Our Side, della senegalese Katy Léna Ndiaye, è un political rap accattivante e coinvolgente.

Ambientato nel Burkina Faso, il film documentario racconta la storia del cantante rapper Serge Bambara, in arte “Smockey”, uno dei capi del movimento di rivolta popolare “Balai Citoyen”, che, dopo 27 anni di dittatura, nel 2014 ha rovesciato il governo di Blaise Compaoré. Smockey, ispirato dal rivoluzionario africano Thomas Sankara, fatto assassinare proprio da Compaorè, usa principalmente la musica come arma di rivolta; il suo è un rap grintoso e fortemente politico che incita alla ribellione contro una dittatura imposta ed a ottenere elezioni democratiche per il suo Paese.

La musica rap sin dalle sue origini, alla fine degli anni 70, nei sobborghi delle grandi metropoli statunitensi, scaturisce dalla rabbia e dal desiderio di rivalsa sociale di una cultura emarginata; con Smockey la rabbia assume contorni politicizzati. Il suo messaggio è quello di emancipazione lanciato nel 1984 da Thomas Sankara, colui che ribattezzò l’Alto Volta chiamandolo Burkina Faso, il “paese degli uomini integri”: “vivere africani, per vivere liberi e degni”. Come Sankara, Smockey crede infatti che l’emancipazione culturale ed economica del suo Paese, e dell’Africa tutta, sia l’unica via per la libertà.

Time Is On Our Side è anche una canzone dei Rolling Stones; e come loro, il film della Ndiaye è grintoso, rabbioso come la voce di Smockey quando, attraverso il rap, incita il suo pubblico, ma allo stesso tempo il suo racconto si srotola con naturalezza, mentre visioni del passato e speranze per il futuro si intrecciano nella storia del rapper, come quando, vincitore nel 2010 del Kora Awards come miglior artista hip hop, pacato e pungente non esita a dedicare la sua vittoria alla memoria di Sankara. Un film potente e che fa riflettere su una realtà spesso dimenticata dall’Occidente europeo; l’Africa oggi è il frutto della colonizzazione e di una decolonizzazione incompleta, ed in quest’ottica il sogno di Sankara è un esempio da seguire per una emancipazione vera. E la musica rap di Smockey è il veicolo che porta questo messaggio al mondo.

Michela Aloisi

Leave A Reply

5 + uno =