Jerry Calà

Archivio in sala
4.5
0

Un’operazione che sulla carta avrebbe potuto destare un minimo d’interesse, tra le mani di Paolo Ruffini si risolve in un’apologia del cinepanettone.