Anon

Mondovisioni
5.5
0

L’imperfetto lungometraggio di Andrew Niccol offre comunque un’interessante prospettiva di ciò che la nostra società potrebbe diventare.