The Recycling Man

0
8.0 Awesome
  • VOTO 8

Il mondo che verrà?

Vincitore alla 41ma edizione del Fantafestival del Pipistrello d’Argento miglior cortometraggio italiano, The Recycling Man di Carlo Ballauri, presentato in sala dal regista, potrebbe essere l’episodio pilota di una serie sci-fi tutta italiana.

Nella periferia degradata di una non meglio definita metropoli, il piccolo Jacob, costretto su una sedia a rotelle, osserva con un binocolo dalla finestra della sua camera quel che accade all’esterno. Nel cortile una giovane ragazza comunica con lui con dei cartelli, ma il pericolo è alle spalle; nell’impossibilità di aiutare la sua nuova amica, Jacob chiede aiuto alla madre. Ma non tutto è come sembra.

The Recycling Man, sceneggiato dal fumettista Giovanni Gualdoni, è ambientato in un futuro distopico, con tecnologia cyberpunk e una popolazione soggetta ad una imprescindibile legge dittatoriale. In una manciata di minuti, il regista è riuscito a creare un mondo reale, grazie anche alla cura dell’ambientazione e dei dettagli, alla fotografia, agli ottimi effetti speciali; e in questo mondo, la storia che prende vita nel cortometraggio, tra tensione e colpi di scena, è un microcosmo di quella che appare come una storia complessa ed intrigante, che appunto si spera possa avere un seguito, dando l’incipit ad una serie di fantascienza tutta italiana.

Michela Aloisi

Leave A Reply

3 × 1 =