The Last Christmas

0
9.0 Awesome
  • VOTO 9

Uccidiamo Babbo Natale

Alla 42ma edizione del Fantafestival arriva il Natale fuori stagione; il breve ma irresistibile cortometraggio del canadese Ryan Port, The Last Christmas, riporta in auge la figura del Babbo Natale cattivo ma la condisce di humor nero.

È la vigilia di Natale, e la notte sembra tranquilla; ma la piccola Alice, 8 anni di intraprendenza, ha un’idea precisa in testa: catturare Babbo Natale. Ma le cose non andranno esattamente come sperato… e dovrà chiedere l’aiuto della sorella maggiore, la teenager Kirsten.

Una piccola perla horror che si incastona perfettamente nel filone Black Christmas, e che rimanda alla memoria il classico Santa’s Slay di David Steiman (2005) o il finnico Rare Exports: A Christmas Tale di Jalmari Helander (2010); ma qui a far da protagonista è l’umorismo nero delle due sorelle, che risultano essere una perfetta coppia comica. Clown rosso la piccola Alice, interpretata dalla bravissima ed inquietante Miley Haik, imprevedibile ed incontenibile, clown bianco la cheerleader Kirsten, impersonata dell’altrettanto brava Madison Cheeatow, razionale e preciso; i loro tempi comici sono senza sbavature, ed insieme si incastrano perfettamente a fronteggiare con black humor il Babbo Natale di A.C. Peterson, che si trasforma da vittima in carnefice.

In pochi minuti, il regista riesce a condensare atmosfera horror, umorismo e anche un pizzico di splatter, equilibrandoli a pennello; tanto da provocare un brivido freddo allo spettatore pur nel caldo afoso di questo inizio d’estate romana.

Michela Aloisi

Leave A Reply

quattordici − due =