Slingshot

0
8.0 Awesome
  • voto 8

Per le strade di Manila

Il regista filippino Brillante Mendoza è considerato un vero e proprio maestro del Neorealismo all’interno del panorama cinematografico contemporaneo. Nel corso della sua lunga e prolifica carriera, il cineasta ha avuto modo di essere apprezzato in tutto il mondo, anche nell’ambito di importanti festival cinematografici internazionali. Grandi aspettative, dunque, ha immediatamente suscitato la presenza Fuori Concorso (e in anteprima italiana) al Far East Film Festival 2022 di Slingshot, la sua ultima fatica.

Anche in questo caso – come nelle sue opere precedenti – il regista ha messo in primo piano le condizioni di vita di alcuni “abitanti dei bassifondi” all’interno di una grande città metropolitana. Anche in questo caso, un vivo e pulsante realismo ha fatto da protagonista assoluto. Ci troviamo, dunque, a Manila, nella zona di Quiapo, dove è presente una delle più importanti chiese delle Filippine. La storia è incentrata sulle vicende di quattro ragazzi – Odie, Caloy, Rex e Leo – dediti a piccoli crimini e che, al contempo, lottano ogni giorno per il pane quotidiano. Nel corso della Settimana Santa – e appena pochi giorni prima delle elezioni politiche – i quattro giovani si trovano sempre più invischiati nel giro della malavita, dove i soldi muovono ogni loro azione, spesso manovrata da importanti personalità del mondo della politica.
La macchina da presa di Brillante Mendoza si muove frenetica per le strade della città e all’interno delle abitazioni dei protagonisti, senza mai darci tempo di riprendere fiato. La vita scorre veloce a Manila, i giovani protagonisti corrono senza sosta per i vicoli, si trovano in situazioni apparentemente senza via d’uscita, litigano tra di loro e svolgono mansioni pesanti al fine di poter arrivare a fine mese. Il furto di una bicicletta potrebbe far perdere il lavoro a uno di loro. Ed ecco che, immediatamente, ripensiamo al capolavoro di Vittorio De Sica Ladri di biciclette (1948), uno dei film che maggiormente hanno ispirato Brillante Mendoza.
Slingshot è una corsa contro il tempo, la disperazione quotidiana di chi viene relegato ai margini della società, ma anche una flebile, disincantata speranza in un futuro migliore. Almeno per chi non è a conoscenza di determinate dinamiche. Non ci risparmia nulla Brillante Mendoza in questo suo importante lungometraggio. Le storie dei protagonisti, delle loro famiglie, dei loro bambini ci colpiscono come un pugno allo stomaco e sullo schermo di fanno più vive che mai.
Ancora una volta, dunque, il cineasta è riuscito a entrare nel vivo di una realtà che solo in pochi possono dire di conoscere davvero. Ancora una volta egli ha reso i suoi protagonisti più vivi che mai, mettendo in scena le loro storie senza mai giudicare, ma dimostrandosi vicino a ognuno di loro, pur mantenendo la distanza necessaria per raccontarci il loro mondo. Un mondo difficile, crudele, ma anche colorato e variopinto a cui, nonostante tutto, Brillante Mendoza sembra sinceramente affezionato.

Marina Pavido

Leave A Reply

18 + 14 =