Prato Film Festival 2019: palmares

0

Tutti i premi della settima edizione della kermesse toscana

Il 12 maggio è una giornata di saluti per Prato: quello al Giro d’Italia e quello al Prato Film Festival. Se la storica corsa a tappe ha fatto scalo in città per il secondo (200 km di percorso da Bologna-Fucecchio) dei ventuno appuntamenti della sua 102esima edizione, la kermesse toscana dedicata al meglio della produzione breve nazionale e internazionale ha visto il sipario calare sulla settima edizione nella serata finale dell’11 maggio.

Cronaca ciclistica a parte, per la manifestazione ideata e diretta da Romeo Conte, la suddetta data è stata quella del day after, con ospiti e riconoscimenti che hanno ripreso la strada di casa. Ma andiamo a sfogliare il palmares per scoprire a chi e quali cortometraggi sono andati i premi assegnati nel corso della serata conclusiva, in scena nella suggestiva cornice del del Teatro D’Annunzio del Convitto Nazionale Statale Cicognini.

Palmares

Miglior cortometraggio sezione “Diritti Umani” a Mi chiamo Leda di Stefano Reali

Miglior protagonista sezione “Diritti Umani” a Giorgio Tirabassi per Ametista di Alessio Pasqua

Miglior regia a sezione “Diritti Umani” a Alessio Pasqua per Ametista

Miglior cortometraggio sezione “Mondo Corto Doc” a Transsiberian Dream di Dennis Schmelz

Miglior cortometraggio sezione “Mondo Corto Fiction” a Roake di Joan Cobos

Miglior cortometraggio sezione “Corto Italia” ad Aggrappati a me di Luca Arcidiacono

Miglior sceneggiatura sezione “Corto Italia” a Ragù Noir di Alfredo Mazzara

Miglior protagonista sezione “Corto Italia” a Valentina Lodovini per Anna di Federica D’Ignoti

La Redazione

Leave A Reply

3 + venti =