Avengers: Endgame

0
8.0 Awesome
  • voto 8

La fine di un’era

Dopo una lunghissima attesa, arriva nei cinema italiani l’ultimo capitolo degli Avengers che riprende i suoi eventi pochi giorni dopo quello tsunami narrativo scatenatosi in Avengers: Infinity War. Avengers: Endgame è il capitolo conclusivo di undici anni di perfezionamenti continui che hanno portato i Marvel Studios a creare la saga più lungimirante della storia del cinema. La regia è ancora una volta affidata ai Fratelli Russo, i quali costruiscono un vero e proprio tributo dedicato all’intero universo Marvel. Non siamo esagerati se vi diciamo che Avengers – Endgame è un film che racchiude ogni singolo altro capitolo sviluppato fin qui. Durante il corso della proiezione, affioreranno tanti ricordi di quando eravamo in sala per vedere uno dei precedenti lungometraggi dedicati ad uno dei protagonisti principali della saga. Proprio loro, che sono i volti principali (i quali sono sopravvissuti allo schiocco di Thanos in Infinity War), dovranno farsi carico di riportare le cose a come erano prima che Thanos scatenasse il suo folle piano. Pertanto, gli Avengers si confronteranno con un nemico ancora più terribile: il flusso temporale. Sfruttando le conoscenze di Tony Stark (sempre interpretato da uno strepitoso Robert Downey Jr), venuto a sua volta informato dell’esistenza del regno quantico da Scott Lang/Antman (Paul Rudd), gli Avengers superstiti dovranno invertire gli effetti del piano di Thanos per poi annientarlo definitivamente. Oltre ai già citati Stark e Lang, la squadra è ovviamente composta dai personaggi che per più tempo si sono fatti notare sugli schermi dell’universo Marvel: Thor (Chris Hemsworth), Capitan America (Chris Evans), Hulk (Mark Ruffalo), Black Widow (Scarlett Johansson) con l’aggiunta di Nebula (Karen Gillan) e il ritorno di Occhio di Falco (Jeremy Renner). Ovviamente, nel film sono presenti tutti – e dico tutti – gli attori che hanno avuto un ruolo nella saga cinematografica. La straordinaria capacità dei Russo Brothers, è stata quella di riuscire a mettere insieme un cast mostruosamente stellare. Ovviamente, qualche personaggio ne risente comparendo per poco tempo, ma c’è anche una dose spropositata di camei e citazioni del passato che evocano veramente un’infinità di ricordi e permettono di capire quanto lavoro sia stato fatto per mettere insieme un film dalle capacità tributarie che ha Endgame. La sceneggiatura, come avrete capito, non è assolutamente lineare e il tempo sarà costantemente messo a dura prova. E a proposito di tempi, forse l’unico neo del film è stato proprio quello di farlo durare circa tre ore, effetto che comporta un’altalena di emozioni che oscillano dalla sorpresa allo stupore – in certi frangenti – fino a giungere a momenti piatti e noiosi in altri. Un’altra scelta discutibile, è quella di concentrare l’azione vera e propria – quella che tutti i fan aspettano da una vita – all’ultima mezz’ora di proiezione, che però ci regala una delle scene più memorabili dell’universo Marvel in cui ogni personaggio fa la sua parte. Tantissima carne al fuoco dunque. Rispetto al capitolo precedente inoltre, riteniamo ci sia meno empatia e carattere filosofico. Thanos in Infinity War era descritto come il titano pazzo ma la sua missione aveva uno scopo che il personaggio provava a far capire ai vendicatori tramite l’uso di dialoghi pieni non solamente di cattiveria ma di saggezza e intelligenza. In Endgame il suo personaggio subisce una variazione fin troppo evidente ma capirete solo vedendo il film come e perché si arriva a questo cambiamento.
In un tributo ricco di emozioni e colpi di scena, ci sentiamo di dire che Avengers – Endgame non sia il film perfetto che ci aspettavamo ma è il film più giusto possibile per chiudere un’era di supereroi che per undici anni hanno incantato le platee dell’intero pianeta. Ed è pertanto difficile capire che cosa il futuro ci riserverà ma di sicuro i lettori sappiano che, nei confronti di qualcuno di questi amati personaggi, questo film significherà un vero e proprio addio.

Stefano Berardo

Leave A Reply

18 − 11 =