Home Festival Altri festival 18×2 Beyond Youthful Days

18×2 Beyond Youthful Days

41
0
VOTO: 9

Il peso del rimpianto

In concorso alla 26ma edizione del Far East Film Festival, 18×2 Beyond Youthful Days di Fujii Michichito è una commedia romantica che sfida il tempo e arriva dritta al cuore dello spettatore ed al contempo un road movie malinconico e coinvolgente. Basato sul reale blog di viaggi di Jimmy Lai, con vaghe influenze del famoso film d’amore Love Letter di Iwai Shunjii del 1995 (citato anche nel film), di cui riprende le trame parallele ed il tema dell’amore perduto, 18×2 Beyond Youthful Days racconta due storie parallele ed interconnesse, il presente che sconfina nel passato ed il passato che ritorna a far capolino nel presente, tra dolci ricordi di gioventù e dolorosi rimpianti.

Jimmy (Hsu Kuang-han), cofondatore di una società di videogiochi, viene licenziato e torna a casa dei genitori a Tainan; in una scatola, ritrova una cartolina della giapponese Ami (Kiyohara Kaya) che gli risveglia i ricordi di un’estate di 18 anni prima, quando lui, svaniti i sogni di diventare campione di basket come i suoi eroi del manga Slam Dunk di Takehiko Inoue, lavorava per un karaoke bar Kobe, gestito da un simpatico giapponese trapiantato a Taiwan. Qui, in un giorno di sole, era arrivata la giovane viaggiatrice giapponese Ami, che aveva perso il portafoglio, in cerca di lavoro per raccogliere i soldi per continuare il suo viaggio. Richiamato a Tokyo per una riunione, Jimmy decide di mettersi in viaggio attraverso il Giappone con flemmatici treni locali, diretto inconsciamente verso la casa di Ami. Qui il racconto si interseca, si intreccia tra passato e presente: gli incontri che Jimmy fa durante il suo viaggio, dal ristoratore taiwanese in Giappone (bel cameo del noto Joseph Chang) al ragazzo con cui fa a palle di neve, lasciano il passo ai ricordi di una estate felice, in cui il sentimento palpabile tra lui ed Ami sfiorava la superficie senza mai emergere realmente. Il lavorare insieme, le corse in motorino, l’appuntamento al cinema a vedere Love Letter, il murale da lei dipinto sulla parete del bar, la notte delle lanterne, struggente addio di due cuori che si appartengono senza mai estrinsecarlo a parole; tornano il dolce sapore dei ricordi e l’amaro peso dei rimpianti, con il non detto che pesa come un macigno e la dura realtà che ne seguirà, il segreto di Ami che Jimmy apprenderà da una telefonata e allo spettatore verrà rivelato solo sul finale del film, tragico effetto sorpresa che tinge la storia di malcelato struggimento.

18×2 Beyond Youthful Days è una ambiziosa e riuscita coproduzione Taiwan/Giappone ed al tempo stesso un viaggio che collega i due Paesi, fisicamente e culturalmente, attraverso un road movie dai tratti cupi con sprazzi gioiosi di colore e una romantica e toccante storia d’amore. Molto bravi i due protagonisti, contornati da personaggi minori ben definiti interpretati da attori noti, tra cui Joseph Chang, Kuroki Haru, Kuroki Hitomi, che lasciano il segno senza distogliere l’attenzione dal nucleo della storia principale. Da notare poi lo sforzo linguistico di Hsu Kuang-han, che ha recitato gran parte delle battute in giapponese.

Michela Aloisi

Articolo precedenteLa voix des autres
Articolo successivoI Promise You Paradise

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 × quattro =