Salento Finibus Terrae 2016: quarta tappa

0

Diario di bordo #4 Borgo Egnazia

Questi giorni di festival sono stati una grande opportunità per le cittadine toccate, partendo da Conversano arrivando a Castellana Grotte. In quest’ultima alcuni artisti hanno potuto provare l’emozione di esser proiettati in una «cattedrale naturale», come l’ha definita Francesco Ghiaccio, regista e co-produttore con Marco D’Amore di Un posto sicuro.

Dopo la tappa di ieri sera nella piazza San Benedetto di Polignano a Mare con la proiezione di Zeta per la regia di Cosimo Alemà, la 14esima edizione del Salento Finibus Terrae volge al termine e lo fa in un’altra bellezza architettonica e paesaggistica, Borgo Egnazia. Se in questi giorni è in vacanza la cantante Madonna, il 29 luglio arriveranno tanti artisti nostrani per la serata di chiusura della kermesse diretta da Romeo Conte. Uno dei luoghi più magici e suggestivi del nostro stivale vedrà la presenza di tanti ospiti, dagli artisti in erba come Irene Vetere ai volti entrati nelle nostre case come Elda Alvigini (I Cesaroni) e Fabio De Caro (Gomorra) grazie a serie che ci hanno fatto compagnia e continuano a farlo.
A loro bisogna aggiungere Lando Buzzanca (pronto a ricevere il Premio alla Carriera), Massimiliano Buzzanca, Ivana Lotito e Stefano Fresi.

Nell’arco della serata verranno assegnati i riconoscimenti alle restanti sezioni competitive dedicate alla produzione breve, che chiudono il palmarès di questa 14esima edizione. A questi si affiancano quelli già attributi nelle precedenti tappe da L’ombra di Caino di Antonio De Paolo a Come sopravvivere alla banda di Vittorio Antonacci e ancora Il tema di Jamil di Massimo Wertmuller, rispettivamente vincitori delle sezioni “Corti Puglia”, “Documentari” e “Diritti Umani”. Nella terza serata a Castellana Grotte, invece, il Presidente di Giuria Nicola Nocella ha annunciato i vincitori di Corto Italia: miglior regia a My Awesome Sonorous Life di Giordano Torreggiani e miglior corto a Il signore è servito di Niccolò Piramidal.

Noi di CineClandestino, media partner di questa 14esima edizione del Salento Finibus Terrae, speriamo di avervi accompagnato in queste giornate estive di cinema e vi diamo appuntamento alla prossima edizione.

Maria Lucia Tangorra